La valutazione di gioielli firmati: come e perché

La valutazione di gioielli firmati: come e perchéLa valutazione di gioielli firmati: come e perché
come valutare correttamente gioielli firmati:
Valerio Saltari

Reviewed by:
Rating:
5
On 30 maggio 2017
Last modified:19 settembre 2017

Summary:

Cosa stabilisce ed influenza la valutazione di gioielli firmati? Quante volte ti sei fatto questa domanda?
Devi sapere che sono molti gli aspetti da considerare per poter fare una corretta stima. In questo articolo cerco di fare chiarezza sui alcuni dei fattori più importanti.

La valutazione di gioielli firmati: come e perchè

Possiedi un anello, un collier, un bracciale o altri monili di una grande maison di gioielleria e stai pensando di venderli? Qualunque sia la motivazione per cui desideri farlo, la domanda che ti stai facendo è: “che guadagno ne avrò?”.

Domanda più che giusta visto che vendere un gioiello molto prezioso è una questione delicata. Sia per chi lo vende, che per chi lo acquista. Vediamo perché.

Stabilire il valore di un gioiello prezioso è cosa ben diversa che definire quello di un monile in oro 18kt; di quelli che tutti i giorni vengono portati nei Compro Oro.

Per questi ultimi, infatti, il valore è dato quotidianamente dalla borsa di Londra e la procedura di acquisto che ne faccio in negozio è davvero semplice e veloce:

  1. Controllo la caratura ed il peso del gioiello;
  2. faccio vedere al cliente su un apposito schermo quale è il valore di borsa dell’oro in quel momento;
  3. Applico la mia commissione (in base al peso portato);
  4. Lo moltiplico per i grammi del gioiello;
  5. pago il cliente.

Questa, sinteticamente, è la prassi dedicata a tutto l’oro semplice destinato alla fusione.

Il problema è che, in Italia, la quasi totalità dei Compro Oro segue questo sistema anche per i gioielli preziosi!
Considerandoli semplice oro da fondere, smonta le eventuali pietre preziose e NON le considera nella valutazione finale. Così come NON considera la firma del gioiello.
Ma perché un cliente che possiede un gioiello firmato dovrebbe ricavare dalla vendita una somma molto più bassa del valore che ha?
Leggete cosa mi scrive proprio qui sul blog una cliente:

email lettrice su valutazione tennis recarlo

Questa è una mail che mi ha mandato una lettrice del blog

Quando ho letto questa email non ci volevo credere… 125€… roba da pazzi! Per quanto piccole possano essere le pietre, un tennis ReCarlo non può essere valutato meno di 4-500€!

Rivolgendosi a un commerciante non specializzato, che potrebbe non conoscere il valore di mercato di un gioiello firmato o che semplicemente non saprebbe come rivenderlo, la cliente ha rischiato, non solo di mandare a fondere un bel gioiello, ma anche di guadagnare molto poco dalla vendita.

Una situazione simile avviene perché, fra le migliaia di Compro Oro che hanno aperto nell’ultimo decennio, sono davvero molto poche le aziende che si occupano di rivendere i gioielli preziosi. Orolive è una delle poche realtà in Italia specializzate nell’acquisto di preziosi di lusso.

Orolive compro gioielli

Ecco perché un gioiello prezioso necessita una valutazione specifica e diversa da quella che si fa con i gioielli in oro semplice.

Ma quali sono le caratteristiche che permettono di valutare un gioiello firmato?
Se stai pensando di venderne uno in tuo possesso, devi conoscerle per chiedere una valutazione avendo la giusta aspettativa.

Per stabilire il valore di un gioiello firmato, si deve, innanzitutto, tener conto della FIRMA.

È questa, infatti, a fare la vera differenza per il cliente.

Per una solida legge di mercato, il prodotto firmato ha più valore di uno non firmato. Nel campo della gioielleria questo vuol dire che oltre al valore intrinseco del gioiello, ossia quello dell’oro, del peso, e delle pietre preziose che lo compongono, si aggiunge il valore estrinseco del marchio della maison che lo ha prodotto.

Dare un prezzo a questo valore è parte del mio lavoro. Grazie all’esperienza, alla conoscenza del mercato dei gioielli più o meno preziosi e dei desideri della clientela, posso arrivare a definire una cifra giusta per il gioiello che il cliente desidera vendere.

valutazione gioielli firmati

i gioielli firmati hanno sempre un valore che supera quello del semplice oro

Oltre alla firma, c’è un altro importantissimo aspetto: la RIVENDIBILITÀ.

Con questo termine si intende la possibilità di rivendere facilmente un gioiello, che è il primario scopo del mio lavoro.

Quando acquisto un gioiello, che sia firmato oppure no, devo prevedere in quanto tempo sarà rivenduto. Per arrivare a questa stima, devo accertarmi che quel gioiello sia desiderabile e ricercato, e quindi, commercialmente appetibile per il mercato attuale.

Può accadere che un cliente mi voglia vendere un gioiello bellissimo, firmato, con molte pietre preziose…ma datato.

In questo caso, purtroppo, non basta più che sia firmato, poiché un gioiello di molti decenni fa ha uno stile ormai passato di moda, non appetibile per il mercato attuale (se non per i cultori dei gioielli vintage). Per il target di clienti di cui mi occupo con la mia gioielleria, un gioiello datato è poco rivendibile.

Potrei comunque decidere di acquistarlo, ma non dovrò fare un investimento molto alto, perché potrei doverlo tenere in negozio molto a lungo in attesa del cliente giusto.
Se invece possiedi un gioiello firmato e rivendibile, perché moderno, o comunque con uno stile sempreverde, classico (come i gioielli delle collezioni “icona” delle famose maison), la valutazione che potrò farne sarà soddisfacente sia per te, che per me.

Un terzo punto molto importante è, infine, il rapporto esistente fra MATERIALI e PREZZO.

Anche questo è un aspetto collegato ai precedenti, poiché spesso influisce sulla valutazione di gioielli firmati e ne compromette la rivendibilità. Questo rapporto si calcola sulla differenza fra prezzo di listino del gioiello nuovo e valore dei materiali che lo compongono.

Che vuol dire in pratica? Vuol dire che alcuni clienti mi propongono la vendita di gioielli con un prezzo di listino molto alto, ma che hanno un valore totale dei materiali che li compongono, molto, molto più basso. Praticamente il valore è tutto nella firma.
Decidere comunque di acquistarli per soddisfare la mia clientela che desidera quella firma, è per me un grosso investimento sul quale riflettere, perché con la stessa cifra potrei acquistare numerosi gioielli firmati e non, rivendibili molto più facilmente ed in tempi brevi.

Dovrò accordarmi con il cliente per il giusto prezzo che soddisfi sia lui,  me, che il mercato.
Chiarire questo punto per me è molto importante. A volte il cliente che possiede uno di questi gioielli, si aspetta di venderlo a quasi lo stesso prezzo al quale lo ha acquistato nuovo molti anni prima. Evitare che si creino aspettative illusorie è il mio modo di rispettarlo.

Ho elencato le tre principali caratteristiche che definiscono il valore di un gioiello firmato, ma vi sono molti altri aspetti di cui tener conto durante il corso di una valutazione. Come la tipologia di oro e pietre preziose, la presenza in gioielleria di gioielli simili, i modelli più attraenti per il mercato attuale e persino le misure dei gioielli. Nei prossimi giorni seguiranno una serie di articoli che approfondiranno questi temi e che vi farà diventare dei veri esperti conoscitori di questo mondo dorato.

Cosa stabilisce ed influenza la valutazione di gioielli firmati? Quante volte ti sei fatto questa domanda? Devi sapere che sono molti gli aspetti da considerare per poter fare una corretta stima. In questo articolo cerco di fare chiarezza sui alcuni dei fattori più importanti.

Be the first to comment on "La valutazione di gioielli firmati: come e perché"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*